Progetto CIC (Centro d'informazione e Consulenza)

Cento Informazione e Consulenza Nell'ambito del progetto sull'educazione alla salute nelle scuole, i Centri di Informazione e Consulenza (CIC) rappresentano una grossa scommessa nella scuola italiana e confermano la necessità di essere a fianco agli studenti anche per problemi diversi da quelli esplicitamente legati al rendimento.
Il CIC riconosce il bisogno degli studenti, lo abilita come diritto e cerca di fornire risposte professionali, pur senza invadere la sfera specifica dello psicologo.
L'ipotesi di CIC è quella di un luogo dove due persone si incontrano; una chiedendo di essere accolta ed ascoltata, l'altra desiderosa di
offrire autenticità, rispetto ed ascolto, sostegno - a studenti e genitori che ne facessero richiesta, nei limiti professionali dei docenti coinvolti - in situazioni di disagio, di crisi o di scelta.

Non il luogo, quindi, dove si risolvono i problemi, ma quello in cui ci si prende cura della persona dello studente che porta con sé una qualche difficoltà.

Finalità che si intendono perseguire

  • Favorire la consapevolezza delle proprie risorse per superare il disagio
  • Migliorare la socialità e la convivenza a scuola
  • Promuovere stili di vita positivi, contrastando ogni forma di devianza
  • Contrastare il fenomeno dell'abbandono scolastico
CIC

Obiettivi

Obiettivo principale dei CIC è la promozione nella scuola di attività di prevenzione educativa
  • attivazione di uno sportello di ascolto e coordinamento con quello psicologico;
  • coordinamento e gestione dell'offerta di informazione e consulenza a studenti, genitori e docenti relativamente a:
    • accoglienza e decodifica del disagio,
    • riduzione della dispersione scolastica e del disadattamento,
    • individuazione dei fattori di rischio individuali e di gruppo,
    • promozione di efficaci processi comunicativi e di dinamiche di gruppo costruttive,
    • offerte e strutture del territorio in sostegno ai singoli, alle famiglie, alla scuola
    • fruizione dei servizi scolastici e territoriali, anche rispetto a lavoro, professioni e università
  • sostegno alla capacità di confronto e di riflessione consapevole da parte degli studenti su tematiche relative alla salute, alle relazioni tra pari e con gli adulti, ai servizi presenti sul territorio.
CIC

CIC
I CIC si possono articolare in:
  • sportello di ascolto;
  • incontri tematici con gruppi definiti (classi; allievi precedentemente identificati; genitori; insegnanti;...).

Lo Sportello d'ascolto

è uno spazio dedicato ai giovani e alle loro problematiche, alle difficoltà che i ragazzi possono avere con il mondo della scuola, della famiglia e dei rapporti interpersonali, e ha quindi finalità di tipo informativo, orientativo e consultivo.
CIC Se nel corso degli incontri dovessero emergere problematiche che necessitino un maggior approfondimento - o che si dimostrano complesse o "delicate" - , lo studente verrà indirizzato alla Psicologa operante nella scuola.

Lo sportello di ascolto svolge attività nei seguenti ambiti: promozione della salute e del benessere individuale e collettivo; attenzione al disagio scolastico e socio-relazionale;


Gli incontri tematici

Molto utile è la progettazione di incontri tematici, tenuti da personale esperto, su gruppi classe di allievi - o di genitori e/o insegnanti - in merito a una o più delle seguenti aree di educazione alla salute, in relazione alle necessità che dovessero presentarsi nel corso dell'anno:
CIC
  • prevenzione del bullismo e dell'abuso sessuale, con l'obiettivo di facilitare l'acquisizione, negli studenti, della capacitè di "dare parola" ai loro vissuti e la capacitè di riconoscere situazioni a rischio per il loro benessere emotivo e fisico;
  • prevenzione nei confronti dell'uso e abuso di sostanze psicoattive e della dipendenza dal gioco d'azzardo, con l'obiettivo di favorire, nei ragazzi, l'assunzione di atteggiamenti responsabili e consapevoli verso la propria persona e promuovere in loro stili di vita sani, liberi e consapevoli;
  • prevenzione del disagio e della dispersione scolastica, con l'obiettivo di promuovere la loro prevenzione e recupero, oltre a sensibilizzare e supportare tutti i soggetti che influenzano la relazione educativa;
  • prevenzione dei disturbi del comportamento alimentare, con l'obiettivo di sensibilizzare i ragazzi ai temi delle corrette abitudini alimentari e informare sui rischi di un' alimentazione scorretta;
  • educazione sessuale e affettiva, con l'obiettivo di affrontare e approfondire gli argomenti riguardanti i rapporti tra coetanei nel periodo di maturazione sessuale, i cambiamenti fisici e psicologici che avvengono durante la pubertà;
  • educazione alla relazione e prevenzione delle trasgressioni e dei comportamenti a rischio, con l'obiettivo di favorire nei giovani il processo di crescita e maturazione personale con l'acquisizione delle capacità di gestione di sé in relazione al gruppo e alla comunità;
  • integrazione degli alunni stranieri, con l'obiettivo di aiutarli a sviluppare conoscenze, atteggiamenti, valori importanti per vivere in una società multietnica e multiculturale;
  • integrazione degli alunni disabili, con l'obiettivo di favorire una cultura di inclusione sociale, attenuare fenomeni di esclusione sociale ed educare gli adolescenti alla cultura della diversitè e all'integrazione della disabilitè.

Descrizione delle attività

  • Sportello d'ascolto, informazione e consulenza con docenti interni (prof.sse Manfrè, Ronco; Carbone, Basile, Sartore)
  • Sportello psicologico ( Dott.ssa Chiarla)
  • Progetti di prevenzione e/o supporto per classi e/o gruppi di studenti, genitori, docenti e/o non docenti (es: Progetto Peer education; Progetto Ambasciatori di Pace)
  • Ricerca e gestione dei rapporti con Enti e realtà esterne alla scuola di riferimento (Comune, Informagiovani, ASL); segnalazione degli stessi ai soggetti interessati Incontri con esperti
  • Creazione di una raccolta dati in relazione a testi, DVD, giochi, ecc. riferibili a temi utili ai percorsi formativi dei diversi soggetti
  • Adesione a iniziative di collaborazione e volontariato
  • Trasmissione di materiali, link, comunicazioni (ecc) al docente referente per il sito d'Istituto, per una loro pubblicazione in una Sezione specifica della relativa pagina web.

CIC   Per richiedere un colloquio (ovviamente gratuito) presso lo sportello - o raccogliere ulteriori informazioni o chiarimenti sull'attività - occorrerà prenotarsi in Vice presidenza, dopo aver concordato l'orario con l'insegnante desiderata per l'incontro, su appositi moduli indicando il Docente che si desidera incontrare e il proprio numero di cellulare.
Gli incontri avverranno nella stanza CIC (piano terra, accanto alla sala fotocopie).

Anche per contattare la Psicologa e richiedere un colloquio gratuito (il servizio è accessibile a studenti, genitori, insegnanti e personale non docente dell'Istituto) occorrerè prenotarsi in Vice Presidenza con le consuete modalitè.

Confronti in itinere con insegnanti e genitori

Sono previsti durante l'anno scolastico alcuni incontri al fine di avvicinare maggiormente la scuola e la famiglia, creando uno spazio di informazione e di confronto per favorire opportune riflessioni sugli aspetti psicologici e relazionali dei diversi rapporti intercorrenti tra i soggetti, anche al fine di favorire e sostenere la motivazione ad apprendere. CIC

Gli incontri avverranno probabilmente in orario pre-serale o di sabato mattina, a partecipazione volontaria.

Modalità di verifica e valutazione del Progetto

In itinere: riunioni periodiche di staff (referenti commissione educazione alla salute più consulenti) allargate a tutte le componenti interessate e analisi dei dati raccolti (in riferimento ai diversi settori considerati) per prevedere eventuali variazioni in coso d'opera;

Valutazione finale: questionario di gradimento (da parte di tutti i soggetti coinvolti); verifica dell'incremento degli utenti e delle richieste eventualmente giunte in relazione alla tipologia dei servizi prestati.

Docenti coinvolte

Anna MANFRÉ, Mirella RONCO (Sezione CASTELLAMONTE)
Monica CARBONE, Adriana SARTORE, Rosetta BASILE (Sezione VITTORINI)